Autore Topic: Lettera da TNT Village Salviamo Internet  (Letto 90 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Vitali80

  • Kombattente di Mortal Kombat II
  • Ufficiale
  • *****
  • Post: 6.226
  • Mi trovate alla Tana di Goro, oltre il portale.
    • Mostra profilo
    • Il Mondo dei Vecchi Giochi
Lettera da TNT Village Salviamo Internet
« il: 11 Mar 2019 18:02:25 »
Qualcuno di voi iscritto al TNT Village ha ricevuto la mail dove chiedono di scrivere ai parlamentari per non approvare la legge 11 e 13?
Metto qui quello che mi arrivato:
(click to show/hide)





lupulula

  • SottoUfficiale
  • ****
  • Post: 439
    • Mostra profilo
Re:Lettera da TNT Village Salviamo Internet
« Risposta #1 il: 12 Mar 2019 10:26:25 »
Ho ricevuto anche io il messaggio nonostante siano un paio di anni che non frequento il villaggio.

La maggior parte dei politici crede che essere contro il copyright significhi essere contro una fetta di mercato che produce e paga le tasse. Niente di pi sbagliato, essere contro il copyright significa essere contro il "controllo" della cultura e delle relative libert intellettuali da parte di qualcuno, chiunque esso sia.
Oggi diamo per scontate troppe cose: la pace, il cibo, l'acqua, la scuola, l'universit, il lavoro... pensiamo che sia la libert di espressione una conseguenza di queste, mentre invece l'esatto contrario, dove c' libert di espressione ci sono queste cose. Senza libert ci sta solo il nulla. Solo fame e bisogni primari come le bestie.

Citazione
"L'uomo sogna di volare...
Guardare dall'alto,
planare sul mare
Che si trovi su un aereo
o in un grande appartamento
sui gradini di una chiesa
nella favela di Candeal
L'uomo sogna di volare
E scrive sui muri
noi siamo tutti uguali ma prega nel buio:
la sorte del pi debole...
NON TOCCHI MAI A ME

COME DIVENTA FACILE
VOLTARSI E NON GUARDARE
COME DIVENTA FACILE
PENSARE NON E' COLPA MIA
COME DIVENTA FACILE
MA TUTTO QUELLO
CHE PUO' DIRE UN UOMO E'...

L'uomo sogna di volare...
Guardare dall'alto,
planare sul mare
L'uomo ha voglia di cambiare
Ma non sa pi come fare
L'uomo ha voglia di cambiare
Ma non sa pi cosa fare
L'uomo sogna di volare
E allora...
Partenza, decollo,
non c'e' nessun controllo
Di scatto riparto,
Ci sono cose che volevo...
ma non ti ho detto mai

COME DIVENTA FACILE
VOLTARSI E NON GUARDARE
COME DIVENTA FACILE
PENSARE NON E' COLPA MIA
COME DIVENTA FACILE
MA TUTTO QUELLO
CHE PUO' DIRE VERAMENTE UN UOMO E'...

NON FATE COME ME
NON FATE COME ME "

Questo significa violare il copyright? Tutt'altro...

Ci siamo chiesti perch 8/10 spendono oltre 3.000 per una tv per guardare le fiction rai o cr0/amici e solo uno dei restanti 2 spende altrettanto per un impianto hifi (l'ultimo tromba come un riccio tutte le sere...)?
Perch il mondo cambiato, e cambia a prescindere, la musica va sul cloud e gli artisti anche se guadagnano meno con i diritti d'autore sfruttano la loro immagine sui social e guadagnano anche di pi.

Essere contro il copyright non significa essere contro MOGOL con la sua "Sorvolando Eilat" e il suo diritto ad essere remunerato, ma come automobilista ho tutto il diritto di essere incazzato se pago un litro di verde 1,7 per ingrassare i nostri politici/lobbisti e devo pure ringraziarli se mia figlia si compra i libri dei filosofi con la diciottapp. Sono contro questa ipocrisia culturale soprattutto di una parte degli intellettuali.

Io penso che scrivere ai politici sia soltanto un "accanimento terapeutico", tanto se non questo entro 10 anni lo approveranno sicuramente. Mi preoccupa di pi far capire ai miei figli che i soldini della diciottapp sono le tasse del pap a prescindere dal mestiere che svolge e che se una ps4 costa 400 ed un gioco 70 tra qualche anno nel piatto per cena ci metteremo un tramezzino con spalmata crema di burro di arachidi... ascoltando Lady Gaga.

Mi interessa di pi far capire ai miei figli che se loro per primi rinunciano ad avere dei figli rinunciano ad un loro diritto: che il vero eroe quel giovane affetto da sclerosi orfano di un nostro militare che gioca a hockey sulla sua sediolina a motore piuttosto che lo scalatore impavido che sale sull'everest. Ma questa un'altra storia, pardon un'altra musica...