Autore Topic: Retro Recensione sui giochi di Alex Kidd by Vitali80  (Letto 130 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Vitali80

  • Kombattente di Mortal Kombat II
  • Ufficiale
  • *****
  • Post: 5.856
  • Mi trovate alla Tana di Goro, oltre il portale.
    • Mostra profilo
    • Il Mondo dei Vecchi Giochi
Questa la mia seconda Retro Recensione, basata sui giochi di Alex Kidd e con la mia opinione sul suo decadimento: http://vitali80giochi.altervista.org/retro-recensioni-alex-kidd-ascesa-decadimento/



Come sempre potete postare qui i vostri commenti  ;)





kenichi

  • Luogotenente
  • ***
  • Post: 175
    • Mostra profilo
Re:Retro Recensione sui giochi di Alex Kidd by Vitali80
« Risposta #1 il: 24 Mar 2017 21:19:17 »
Complimenti per tutte le recensionsioni di Alex Kidd.
Inizio dicendo che ho superato tutti gli Alex Kidd tranne i due che ho solo giocato per 20 minuti circa: BMX Trial (non saprei se ha una fine o continua random) e High Tech World (veramente brutto e insensato).

Facendo una mini classifica (escludo quei due di sopra perch terrificanti per i miei gusti)

1 Miracle World
2 Enchanted Castle
3 Shinobi World
4 The Lost Stars

Lost Stars

Una specie di Wonder Boy (il primo) fatto male dove il personagio spara.
Come scrivi tu nella recensione sembra "un pupazzetto in un mondo di giocattoli", infatti qualche livello mi da l'impressione di Castle of Illusion Starring Mickey Mouse 1990 (Lost Stars invece stato creato qualche anno prima), il problema che neanche questo "mondo di giocattoli" stato creato come si deve.
Una piccola nota positiva sono i colori usati per creare il mondo dei giocattoli (il primo) e quello marino, ma nel complesso il gioco non mi piaciuto molto.


Shinobi World

Il gioco praticamente una parodia del gioco Shinobi (Shinobi originale mai giocato, ma ho visto gameplay), ne bello ne brutto, si fa giocare.


Enchanted Castle

Il gioco non male, anche se non raggiunge i livelli di Miracle World.
Come per Miracle World la parte finale del gioco fatta bene.


Miracle World

Buon gioco, non c' molto da dire(hai detto tutto tu), sicuramente il migliore della serie


Note negative:
 
Sul discorso variet per quanto riguarda i mezzi come la moto o l'elicottero, capisco che rendono differente un livello o una parte di esso, ma personalmente non mi hanno entusiasmato, preferisco il personaggio che salta e rompe rocce con i pugni (l'elicottero ha pedali un qualche cosa di insopportabile  :biglaugh: )
Nel primo gioco c' qualche livello un p brutto, singole porzioni di salti o situazioni uguali e ripetute per l'intero livello, mi riferisco al primo livello dell'elicottero a pedali e quello delle rane saltellanti, il primo dove puoi usare anche la moto(la numerazione dei livelli non la ricordo).
La cosa che pi mi ha dato fastidio il gioco della morra cinese, per me inconcepibile aumentare la durata/difficolt e spezzare il ritmo del gioco  inserendo un minigioco basato esclusivamente sulla fortuna, se proprio non riesco a superare un gioco deve essere perch non sono bravo, non perch sono sfortunato.
Non salva la situazione il potere di vedere cosa pensano gli avversari, perch in molti cambiano idea all'ultimo instante.
Ho superato i giochi perch nell'emulatore c' il salvataggio rapido, altrimenti il solo pensare di rifarmi 40 volte un livello perch sono sfortunato mi avrebbe fatto abbandonare il gioco. 

Nel totale Alex Kidd una discreta serie di videogames, che non ha saputo per rinnovare e migliorare il suo primo gioco, anzi a ogni nuova uscita direttamente si cambiava genere, 6 giochi tutti differenti tra loro (cosa insensata), l'unica cosa che li accomuna il nome Alex Kidd, questo spiega il perch la serie fallita.
Come dicevi tu nella recensione Super Mario, Crash, Spyro e altri giochi hanno fatto la loro fortuna perch non cambiavano la loro formula di gioco anzi la miglioravano ad ogni nuova uscita, quando anche loro hanno sperimentato cose nuove (escludendo la serie di Mario e i singoli Crash Team Racing e Nitro kart) si vista la fine che hanno fatto.
Ultima serie che prendo in esempio Rayman, parte in 2d si evolve in 3d per ritornare con le ultime due uscite (Origins e Legends) ad un 2d bellissimo da vedere e giocare.
Non riesco a capire come fa una serie avendo una base del genere a perdersi cos, cercando di copiare altri giochi e altri generi, mancanza di voglia e  idee?
Se proprio dovevano fare uscire questi giochi dovevano cambiare il nome, chiamandoli Alex Kidd ogni videogiocatore fa il confronto con il primo della serie, quindi una strada senza uscita perch la differenza si nota bene.
Squadra che vince non si cambia, si rinnova di qualche cosa, si amplia, ma stravolgere la serie cos stato un grosso errore.

Se un videogiocatore mi chiede se vale la pena giocare a questa serie la risposta sicuramente No, gli consiglierei solo di giocare singolarmente Miracle World e forse anche Enchanted Castle, per il resto in giro si trova di meglio.

Naturalmente queste sono le mie considerazioni, non vorrei che i fan di Alex kidd prendono troppo male quello che ho scritto, ognuno ha i suoi gusti.

Vitali80

  • Kombattente di Mortal Kombat II
  • Ufficiale
  • *****
  • Post: 5.856
  • Mi trovate alla Tana di Goro, oltre il portale.
    • Mostra profilo
    • Il Mondo dei Vecchi Giochi
Re:Retro Recensione sui giochi di Alex Kidd by Vitali80
« Risposta #2 il: 24 Mar 2017 22:25:13 »
BMX Trial non il mio genere e non l'ho finito nemmeno io. Sembra un gioco infinito come quelli di C64 e Atari dove si controllavano le macchinine in un mondo a ostacoli, tipico dell'epoca ma non stava certo bene con Alex.

High Tech World non sta bene con Alex, forse meglio impostato l'originale giapponese ma ammetto di non averlo mai giocato.

Shinobi World un po' piatto sia di grafica che di gameplay, purtroppo non arriva al livello action di Miracle World.

Enchanted Castle non ha lo stesso carisma di Miracle World. Impostato male nella morra cinese e nei power up veramente inutili. Diversamente da te a me non piaciuto nemmeno il finale, l'ho trovato un modo di aggrapparsi sugli specchi. Il finale mi ha deluso molto.

Ti posso dare ragione sui veicoli anche io preferisco i pugni per devo ammettere che perfino un nabbo come me ai veicoli se la cava abbastanza bene (livello della foresta superato con la moto  8) ), questo significa che la loro manovrabilit alla portata di tutti e questo aumenta i punti a Miracle World rispetto ai suoi successori.

Sulla morra fai un piccolo errore: un fatto di memoria. C' un pattern ben preciso che gli avversari seguono, se lo si conosce li si batte senza problemi. Il cambiare all'ultimo momento solo un'illusione  :bigsmile:

Citazione
Nel totale Alex Kidd una discreta serie di videogames, che non ha saputo per rinnovare e migliorare il suo primo gioco, anzi a ogni nuova uscita direttamente si cambiava genere, 6 giochi tutti differenti tra loro (cosa insensata), l'unica cosa che li accomuna il nome Alex Kidd, questo spiega il perch la serie fallita.
:quoto:

Citazione
Non riesco a capire come fa una serie avendo una base del genere a perdersi cos, cercando di copiare altri giochi e altri generi, mancanza di voglia e  idee?
Infatti strano, specie se parliamo della SEGA che era una casa che faceva giochi sperimentali (cio difficilmente digeribili dal pubblico ma apprezzati dalla nicchia) ma che di certo non erano banali. Come hai detto tu, qui si arriva alla copia pura! Comunque non ti so dare una risposta definitiva.

Citazione
Naturalmente queste sono le mie considerazioni, non vorrei che i fan di Alex kidd prendono troppo male quello che ho scritto, ognuno ha i suoi gusti.
Le opinioni si rispettano anche se non si condividono. Io stesso "parlo male" dei giochi che ho ammirato perch non devono essere esenti da critiche.
« Ultima modifica: 24 Mar 2017 22:35:35 da Vitali80 »



kenichi

  • Luogotenente
  • ***
  • Post: 175
    • Mostra profilo
Re:Retro Recensione sui giochi di Alex Kidd by Vitali80
« Risposta #3 il: 25 Mar 2017 00:41:22 »
Enchanted Castle non ha lo stesso carisma di Miracle World. Impostato male nella morra cinese e nei power up veramente inutili. Diversamente da te a me non piaciuto nemmeno il finale, l'ho trovato un modo di aggrapparsi sugli specchi. Il finale mi ha deluso molto.

Sulla morra fai un piccolo errore: un fatto di memoria. C' un pattern ben preciso che gli avversari seguono, se lo si conosce li si batte senza problemi. Il cambiare all'ultimo momento solo un'illusione  :bigsmile:
Per finale intendo come sono strutturati i livelli finali, diversamente dagli altri non sono lineari ma un po labirintici(neanche troppo a dire il vero), non intendevo su come finisce la storia.

Il mio discorso incentrato sulla fortuna o sfortuna, cosa che non mi piace per nulla in tutti i giochi.
Giochi finiti con l' emulatore e salvataggio rapido, quindi sbagliavo max 1 volta alla morra cinese, il tuo discorso di lasciare stare i negozi per me non valeva, tanto vincevo sempre io e il gorilla perdeva sempre  :biglaugh:.
Per i power up hai ragione, sono quasi inuti tranne l'utilissimo colpo da lontano che facilitava molte situazioni.
Anche avendo tanti soldi dopo aver comprato un p di bracciali per colpire dalla distanza il resto neanche lo guardavo, tranne qualche trampolo a molla per superare 1-2 fasi del gioco.

Vitali80

  • Kombattente di Mortal Kombat II
  • Ufficiale
  • *****
  • Post: 5.856
  • Mi trovate alla Tana di Goro, oltre il portale.
    • Mostra profilo
    • Il Mondo dei Vecchi Giochi
Re:Retro Recensione sui giochi di Alex Kidd by Vitali80
« Risposta #4 il: 25 Mar 2017 18:15:42 »
Per finale intendo come sono strutturati i livelli finali, diversamente dagli altri non sono lineari ma un po labirintici(neanche troppo a dire il vero), non intendevo su come finisce la storia.
Errore mio, allora quoto.

Citazione
Il mio discorso incentrato sulla fortuna o sfortuna, cosa che non mi piace per nulla in tutti i giochi.
Giochi finiti con l' emulatore e salvataggio rapido, quindi sbagliavo max 1 volta alla morra cinese, il tuo discorso di lasciare stare i negozi per me non valeva, tanto vincevo sempre io e il gorilla perdeva sempre  :biglaugh:.
Per i power up hai ragione, sono quasi inuti tranne l'utilissimo colpo da lontano che facilitava molte situazioni.
Anche avendo tanti soldi dopo aver comprato un p di bracciali per colpire dalla distanza il resto neanche lo guardavo, tranne qualche trampolo a molla per superare 1-2 fasi del gioco.
Ho capito, tu parlavi di Enchanted Castle, dove effettivamente la morra casuale al 100%. Mi sono confuso con Miracle World dove la morra effettivamente un diversivo e basta ma ha il pattern lineare. Errore mio e quoto ancora (me ne sono reso conto quando hai parlato del gorilla), in effetti il fattore fortuna non piace nemmeno a me a meno che non sia un elemento casualit presente in certi giochi che serve a non creare pattern (di solito per alzare l'IA dei nemici di alcuni giochi).